Braccio di ferro Zingaretti-Ospedale Santa Lucia, situazione confusa

Fiaccolata stasera a via Rosa Raimondi Garibaldi 7, sotto la sede della Regione Lazio. La organizza il Coordinamento Salviamo l’ Ospedale Santa Lucia .

E’ l’ennesima iniziativa che vede protagonisti utenti e lavoratori della Fondazione Santa Lucia sempre più preoccupati per il loro futuro e per quello della struttura. Ancora una volta tardano ad arrivare dalle istituzioni le risposte risolutive che metterebbero al sicuro la Fondazione, eccellenza indiscussa nel campo della riabilitazione neuro-motoria, scrive in una nota il Coordinamento.

Con questa fiaccolata chiede alla Regione Lazio di dare seguito alle sentenze del Consiglio di Stato e del tribunale amministrativo, ad oggi ancora disattese dalla Regione Lazio, e di procedere al pagamento di quanto dovuto scongiurando così la chiusura di uno dei migliori ospedali d’Europa.

Come si è scritto – poco per la verità – in queste settimane, Zingaretti si sta comportando con la Fondazione S.Lucia come a suo tempo si comportava la Polverini. E cioè male, con un perverso gioco del gatto e del topo. I personaggi sono facilmente identificabili, la Regione promette (i voti sono serviti) e non mantiene, gioca al rinvio, non ottempera, minaccia velatamente. Tutto certificato, resocontato, testimoniabile. Ci sono poi le sentenze non rispettate, gli sgarbi quotidiani e la reazione dell’Istituto di Via Ardeatina, che sta dando il via ad una complessa operazione per rientrare in possesso del dovuto. Capiranno dalla cabina di regia che è ora di cambiare musica?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *